I poco visibili in sala dal 12 ottobre

La nostra rubrica di cinema poco visibile. Ogni settimana vi segnaliamo e consigliamo i film in sala con una bassa distribuzione, correte a cercarli nella vostra città prima che vengano tolti!

 

L’altra metà della Storia

(Gran Bretagna, 2017) un film di Ritesh Batra. Con Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter, Michelle Dockery, Matthew Goode. Drammatico. Durata 108 minuti.
Il film è oggi distribuito in 40 sale cinematografiche

Tony Webster, divorziato e ormai in pensione, conduce una vita solitaria e relativamente tranquilla. Un giorno viene a sapere che la madre della ragazza con cui stava ai tempi dell’università, Veronica, gli ha lasciato, nelle sue volontà testamentarie, il diario tenuto dal suo migliore amico dell’epoca, che si era messo con Veronica dopo che lei e Tony si erano lasciati. Il tentativo di recuperare il diario, ora nelle mani di una Veronica più anziana, ma egualmente enigmatica, lo costringe a rivisitare i suoi ricordi degli anni giovanili. Scavando sempre più in profondità nel suo passato, iniziano a riaffiorare tutti i dettagli di quel periodo: il primo amore, il cuore infranto, gli inganni, i rimpianti, il senso di colpa… Tony sarà in grado di trovare il coraggio di affrontare la verità e di assumersi la responsabilità delle devastanti conseguenze dei gesti che ha compiuto tanti anni prima?

Nico, 1988

(Italia, Belgio, 2017) un film di Susanna Nicchiarelli. Con Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca, Sandor Funtek II. Drammatico. Durata 93 minuti.
Il film è oggi distribuito in 16 sale cinematografiche

La storia degli ultimi anni di una delle più importanti icone pop del secolo scorso: Nico, prima famosa modella negli anni ’60, poi cantante dei Velvet Underground e musa di Lou Reed, nell’ultima parte della sua vita in giro per l’Europa interprete delle sue canzoni insieme a una band inglese.

Il palazzo dei Viceré

(Gran Bretagna, India, 2017) un film di Gurinder Chadha. Con Hugh Bonneville, Gillian Anderson, Manish Dayal, Huma Qureshi, Lily Travers. Drammatico, durata 106 minuti.
Il film è oggi distribuito in 41 sale cinematografiche

E’ il 1947, il dominio dell’Impero Britannico in India si avvicina alla fine dopo quasi 300 anni. Il nipote della Regina Vittoria, Lord Mountbatten (Hugh Bonneville), si stabilisce con moglie e figlia al Palazzo del Viceré di Delhi per seguire da vicino la transizione del paese verso l’indipendenza. La mediazione dell’ultimo viceré per mettere d’accordo induisti, musulmani e sikh fallisce, scoppia così il conflitto che porterà alla “Partition” fra India e Pakistan che coinvolgerà anche l’intero personale del Palazzo. Le storie della famiglia Mountbatten e quelle di alcuni membri dello staff si intrecciano sullo sfondo di una dolorosa separazione.

Dove non ho mai abitato

(Italia, 2017) un film di Paolo Franchi con Emmanuelle Devos, Fabrizio Gifuni, Giulio Brogi, Hippolyte Girardot, Isabella Briganti. Drammatico, durata 97 minuti.
Il film è oggi distribuito in 53 sale cinematografiche

I conflitti emotivi di Francesca (Emmanuelle Devos), 50 anni, figlia di un famoso architetto di Torino (Giulio Brogi), al quale fa visita solo in rare occasioni. Da molti anni infatti, Francesca vive a Parigi con la figlia adolescente e il marito Benoît (Hippolyte Girardot), un finanziere sulla sessantina, in apparenza riservato ma paterno e protettivo nei suoi riguardi. A causa di un infortunio domestico che costringe l’anziano padre a letto, la donna vola a Torino per fare le veci del genitore nel progetto di una villa su un lago per una giovane coppia. Sul lavoro incontra l’architetto Massimo (Fabrizio Gifuni), suo coetaneo concentrato sulla carriera e impegnato in una relazione aperta con l’indipendente Sandra (Isabella Briganti). Dopo un difficile primo approccio, tra Massimo e Francesca si instaura una forte sintonia professionale che sfocia in un sentimento profondo e passionale. Per la prima volta nella vita, entrambi dovranno confrontarsi veramente con se stessi e i loro più autentici destini…

120 Battiti il minuto

(Francia, 2017) un film di Robin Campillo. Con Nahuel Pérez Biscayart, Arnaud Valois, Adèle Haenel, Antoine Reinartz, Félix Maritaud. Drammatico, durata 109 minuti.
Il film è oggi distribuito in 39 sale cinematografiche

“120 battiti al minuto” è la storia della militanza del giovane Nathan (Arnaud Valois) con gli attivisti di Act Up-Paris, associazione che si batte per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’epidemia di AIDS che da oltre dieci anni miete vittime nel Paese. Primi anni novanta, un gruppo di attivisti irrompe in una conferenza sull’AIDS, lanciando sangue finto sui partecipanti e ammanettando il relatore. Spettacolari, sconsiderate azioni di protesta si moltiplicano nella Capitale, Act Up guadagna sempre più visibilità, e Nathan resta colpito dalla vitalità e dall’attaccamento alla causa del compagno Sean (Nahuel Pérez Biscayart), uno dei militanti più radicali del movimento. Tra i due inizia una relazione appassionata.