Gli invisibili. Tre film + 1 da vedere al cinema dal 15 febbraio

Cosa vedere al cinema questo week end? Come ogni settimana arriva la nostra rubrica di cinema poco visibile. Vi segnaliamo e consigliamo i film in sala con una bassa distribuzione, correte a cercarli nella vostra città prima che vengano tolti.

 

Hannah

(Italia, Belgio, Francia 2017) un film di Andrea Pallaoro. Con Charlotte Rampling, André Wilms, Stéphanie VanVyve, Simon Bisschop, Jean-Michel Balthazar, Fatou Traore, Luca Avallone. Drammatico. Durata 95 minuti.
Il film è oggi distribuito in 20 sale cinematografiche

Hannah è costretta a fare fronte a una situazione che porta con sé accuse infamanti. Suo marito è stato arrestato e, rimasta sola, Hannah inizia a confrontarsi con se stessa. Mentre si ostina a negare una verità generalmente appurata, la sua realtà diventa sempre più inquietante, portandola ad alienarsi dal mondo che la circonda e a confrontarsi con il proprio senso di identità, la vita coniugale e la società.

Band à Part

(Francia, 1964) un film di Jean-Luc Godard. Con Anna Karina, Claude Brasseur, Sami Frey, Louisa Colpeyn, Chantal Darget, Ernest Menzer. Commedia. Durata 95 minuti.
Il film è oggi distribuito in 12 sale cinematografiche

Torna al cinema in versione restaurata uno dei capolavori della Nouvelle Vague.
In Italia, il settimo lungometraggio di Godard, venne distribuito in pochissime sale col nome di “Separato magnetico”. Un’occasione unica per rivederlo.
Arthur e Franz, due cinici parigini, sono a corto di denaro. Incontrano Odile ad un corso di inglese e la giovane si lascia sfuggire che il maggiordomo di sua zia Victoria custodisce una grossa somma di denaro in un armadio. I due sono attratti entrambi dalla ragazza, ma molto di più dal denaro e progettano di fare un colpo. I due convincono Odile a diventare loro complice. La giovane, dapprima riluttante, accetta, anche perché infatuata di Arthur, ma le cose non andranno nel modo previsto…

Reset

(Francia, 2015) un film di Thierry Demaizière, Alban Teurlai. Con Benjamin Millepied. Documentario. Durata 110 minuti.
Il film è oggi distribuito in 6 sale cinematografiche

Il coreografo e ballerino di fama mondiale Benjamin Millepied, noto nel mondo cinematografico per aver curato le coreografie de Il cigno nero di Darren Aronofsky, non appena nominato direttore del Balletto dell’Opera di Parigi tenta di rinnovare questa antichissima istituzione e prepara “Clear, loud, bright, forward”, coreografia di trentatré minuti con sedici ballerini. Il film racconta la genesi dello spettacolo e la vita della compagnia di balletto nella prestigiosa istituzione francese, colta nel momento in cui il look, le idee e lo stile del giovane neo-direttore ne rivoluzionano scelte, codici, stile… e persino le assi del palcoscenico.

 

Non rientra nella categoria dei film poco distribuiti ma non possiamo non segnalare l’uscita del vincitore del Leone d’oro al miglior film alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Il film di Guillermo del Toro e inoltre candidato a 13 nomination Oscar 2018.

La Forma dell’Acqua

(USA, 2017) un film di Guillermo del Toro. Con Sally Hawkins, Octavia Spencer, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg, David Hewlett, Nigel Bennett. Drammatico. Durata 120 minuti.
Il film è oggi distribuito in 354 sale cinematografiche

Nel 1963 nell’America segnata dalla guerra fredda in un laboratorio governativo segreto ad alta sicurezza lavora la solitaria Elisa, intrappolata in un’esistenza di silenzio e isolamento. La sua vita cambia però in maniera inevitabile quando con la collaboratrice Zelda scopre un esperimento classificato come segreto.

Ancora in sala trovate i film che vi abbiamo consigliato qui la scorsa settimana.