Gli invisibili. Cosa vedere al cinema dal 22 marzo

Cosa vedere al cinema questo week end? Come ogni settimana arriva la nostra rubrica di cinema poco visibile. Vi segnaliamo e consigliamo i film in sala con una bassa distribuzione, le pellicole poco pubblicizzate che meriterebbero di essere conosciute. Correte a cercarli nella vostra città prima che vengano tolti, oppure se non li trovate, segnateveli per recuperarli in futuro.

 

Un sogno chiamato Florida

(USA, 2017) un film di Sean Baker. Con Willem Dafoe, Brooklynn Prince, Bria Vinaite, Caleb Landry Jones, Macon Blair, Karren Karagulian, Betty Jeune, Cecilia Quinan, Carl Bradfield, Lauren O’Quinn, Shail Kamini Ramcharan, Gary B. Gross, Giovanni Rodriguez. Drammatico. Durata 111 minuti.
Il film è oggi distribuito in 61 sale cinematografiche

Le vacanze estive di Moonee, una bambina di sei anni, e dei suoi amichetti trascorrono all’insegna di spensieratezza, meraviglie e avventure. Gli adulti che li circondano, a cominciare dalla madre di Moonee, sono però costretti a confrontarsi con le difficoltà della vita e tempi difficili.

Petit Paysan – Un Eroe Singolare

(Francia, 2017) un film di Hubert Charuel. Con Swann Arlaud, Sara Giraudeau, Isabelle Candelier, Bouli Lanners, Marc Barbé, India Hair, Franc Bruneau. Drammatico. Durata 84 minuti.
Il film è oggi distribuito in 17 sale cinematografiche

Pierre è un produttore di latte trentenne. La sua vita ruota intorno alla sua azienda agricola, la sorella veterinaria e i suoi genitori. Mentre in Francia sta dilagando un’epidemia vaccina, Pierre scopre che uno dei suoi animali è infetto. L’uomo non vuole rassegnarsi a perdere i suoi animali e con loro il suo lavoro. Non ha nient’altro. Dovrà tentare l’impossibile per salvarli e salvarsi. Hubert Charuel conosce bene la materia che ha deciso di trattare in questo suo primo lungometraggio. La fonte d’ispirazione sono i suoi genitori che hanno messo a disposizione la loro fattoria nei pressi di Reims dove vediamo agire degli attori professionisti e delle persone del posto.

Foxtrot

(Israele, Germania, Francia 2017) un film di Samuel Maoz. Con Lior Ashkenazi, Sarah Adler, Dekel Adin, Yehuda Almagor, Shaul Amir, Gefen Barkai. Drammatico. Durata 113 minuti.
Il film è oggi distribuito in 31 sale cinematografiche

Vincitore del Gran Premio della Giuria a Venezia 74.
Quando degli ufficiali dell’esercito si presentano alla porta di casa e annunciano la morte del figlio Jonathan, la vita di Michael e Dafna viene sconvolta. Tutto appare incredibile e forse lo è: qualcosa di terribile è accaduto nell’isolato posto di guardia in cui il ragazzo prestava servizio sotto le armi – ma cosa, come, quando e perché? Tre atti, fra squarci di rabbia e lampi di ironia surreale, in cui la verità si avvicina beffarda a passo di danza ma il destino conserva per ultimo il suo scherzo più crudele.

Insyriated

(Belgio, Francia, Libano 2017) un film di Philippe Van Leeuw. Con Hiam Abbass, Diamand Abou Abboud, Juliette Navis Drammatico. Durata 85 minuti.
Il film è oggi distribuito in 12 sale cinematografiche

L’energica Oum Yazan cerca disperatamente di tenere insieme la propria famiglia mentre fuori imperversa la guerra. La famiglia siede attorno a un largo tavolo per il pranzo, con ognuno che cerca di farsi ascoltare sovrastando il frastuono delle bombe e dei mitra. C’è acqua a malapena e uscire di casa rappresenta un pericolo costante a causa dei cecchini sui tetti. Nella casa accanto una giovane coppia pianifica una fuga. In superficie si sentono dei rumori minacciosi. Chi è che bussa alla porta? Potrebbe essere il marito che Oum Yazan sta aspettando con così tanta ansia, oppure è qualcuno che, fuori, cerca oggetti di valore? Pochi colpi bastano a calare lo spettatore nello stato di emergenza permanente che è la guerra. L’appartamento che una volta era il focolare domestico diventa una prigione.

Sotto il segno della vittoria

(Italia, 2018) un film di Modestino Di Nenna. Con John Savage, Flavio Bucci, Antonio Fiorillo, Angelo Acernese. Drammatico. Durata 90 minuti.
Il film è oggi distribuito in 7 sale cinematografiche

La grande storia di Romolo Abis un diversamente abile che abbatte il muro della diversità nello sport professionistico.

Illegittimo

(Romania, Polonia, Francia, 2016) un film di Adrian Sitaru. Con Adrian Titieni, Alina Grigore, Robi Urs, Bogdan Albulescu, Cristina Olteanu, Miruna Dumitrescu. Drammatico. Durata 85 minuti.
Il film è oggi distribuito in 4 sale cinematografiche

Sasha, Romeo, Cosma e Gilda sono i quattro figli di Victor Anghelescu, con il quale si ritrovano per una tranquilla cena di famiglia. Hanno da poco scoperto che, durante il regime di Ceausescu, Victor ha impedito a molte donne di abortire, sia per motivi legali che per le sue personali convinzioni morali e religiose. La notizia sconvolge completamente l’equilibrio del nucleo familiare, con i figli che provano rabbia e sdegno per le scelte del padre, mentre quest’ultimo è tuttora convinto e orgoglioso delle proprie azioni. Volano parole grosse e insulti e si arriva quasi alle mani. La famiglia cela però un altro segreto, ancora più sconvolgente: i gemelli Sasha e Romeo stanno portando avanti da tempo una clandestina relazione incestuosa. Fra segreti, scomode verità e inevitabili conseguenze, i componenti del nucleo familiare saranno costretti a rivalutare i propri principi e le proprie convinzioni.

 

Ancora in sala trovate i film che vi abbiamo consigliato qui la scorsa settimana.

Please follow and like us:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.