Il Muro di Berlino al cinema. 17 film per ricordare

 

“Spiegatemi voi dunque,
in prosa o in versetti,
perché il cielo è uno solo
e la terra è tutta a pezzetti?”

 
Gianni Rodari

Esattamente 30 anni fa, il 9 novembre 1989 cadeva il Muro di Berlino, quel muro che per 28 anni ha diviso una città e una nazione e il mondo intero. Il cinema ha raccontato in molti modi quegli anni, noi vi proponiamo 17 film per rivivere le storie di chi ha vissuto quell’epoca e per conservare la memoria e riflettere su tutti i muri e i confini che dividono i popoli.

Goodbye Lenin

Wolfgang Becker (2003)

L’ottobre 1989 non è il momento adatto per cadere in coma nella Germania dell’Est ma è questo quanto precisamente accade alla mamma di Alex, una convinta attivista per il progresso sociale ed il miglioramento della vita nel regime socialista della Germania dell’Est. Quando, otto mesi più tardi, si sveglia improvvisamente dal suo coma profondo, Alex si trova tra le mani un grosso problema. Il cuore della mamma è così debole che qualsiasi shock potrebbe ucciderla.

Le Vite degli Altri

Florian Henckel Von Donnersmarck

 

Berlino Est, 1984. Il capitano Gerd Wiesler è l’abile, spietato solerte agente HGW XX/7 della famigerata Stasi, la Polizia di Stato che crea un clima di terrore tra i cittadini della DDR. Per la sua abilità e lealtà il tenente colonnello Anton Grubitz gli affida il compito di mettere sotto stretta sorveglianza il drammaturgo di successo Georg Dreyman, autore apprezzatissimo e fra i più importanti intellettuali dal regime comunista, su cui nutre sospetti. In realtà non è il solo ad avere un motivo per cercare di incriminarlo. In particolare il ministro della cultura Bruno Hempf vorrebbe farlo imprigionare per avere via libera con la sua compagna Christa-Maria Sieland, celebre attrice teatrale, di cui è invaghito.

Il Cielo Sopra Berlino

Wim Wenders (1987)

Due angeli, Damiel e Cassiel, scendono dal cielo sopra Berlino sulla città ed osservano il comportamento degli umani, la loro disperazione, ma non possono fare nulla per aiutarli. Alla fine Damiel, innamoratosi di una bella trapezista dal cuore puro, perderà la sua condizione di angelo e resterà nella città.

La Spia che Venne dal Freddo

Martin Ritt (1965)

Alec Leamas, agente segreto britannico in missione a Berlino, ritorna a Londra in seguito alla morte di un suo informatore avvenuta per opera dell’ex nazista Mundt, capo del controspionaggio della Germania Orientale. Preso contatto con Control, suo capo, che gli ordina di fingersi un uomo finito, Leamas si dà all’alcool e s’impiega presso un istituto dove conosce Nancy, una ragazza comunista….

La Scelta di Barbara

Christian Petzold (2012)

Germania Est, estate 1980. Barbara è un medico che viene trasferito per ragioni disciplinari in un piccolo ospedale situato in una località remota. Il suo amante, che aveva conosciuto a Berlino Est in una notte di primavera, sta cercando di farla scappare. A lei non interessa nulla della sua vita, dei suoi pazienti, del suo lavoro… è come se niente avesse significato. Quando incontra Andre, anche lui un medico trasferito per ragioni disciplinari, Barbara perde il controllo di tutto.

Uno, due, tre!

Billy Wilder (1961)

Un uomo d’affari americano arriva a Berlino Est per vendere ai sovietici la Coca-Cola, ma, tra una trattativa e l’altra, deve occuparsi della figlia del suo boss per impedirle di sposare un giovane comunista dissidente.

La Terza Generazione

Rainer Werner Fassbinder (1979)

Berlino ovest, 1978. La polizia intensifica la lotta al terrorismo usando computer acquistati dalla ditta di Peter Lenz (Constantine). Il 27 aprile 1979, giorno di Carnevale, un gruppo terroristico, di cui fa parte la segretaria di Lenz, Susanna (Schygulla), rapisce l’industriale e lo obbliga a dichiarare in video di essere “prigioniero del popolo”. E lui, mentre lo dice, quasi ride.

Il Silenzio dopo lo Sparo

Volker Schlöndorff (1999)

Rita Voigth, dopo essere stata terrorista nella Germania Ovest, con l’aiuto della Stasi, la polizia politica della Germania Est, vive sotto diverse identità altre vite e altri amori. Cercherà di tornare a Berlino quando sta per cadere il Muro.

Hedwig – La diva con qualcosa in più

John Cameron Mitchell (2001)

Dal musical di off brodway Hedwig and the Angry Inch è la storia di Hedwig Schmidt un immigrato della Germania dell’Est che vive in una roulotte nel Kansas. Hedwig si è sottoposto ad una operazione per diventare donna con il sogno di sposare un militare americano e fuggire negli States ma l’operazione non va come previsto lasciando Hedwig in uno stato di transizione tra uomo e donna. Abbandonata dal militare si dà alla musica e incontra Tommy Gnosis, un giovane cantante di cui Hedwig si innamora all’istante e che gli ruberà canzoni e fama.

Totò e Peppino divisi a Berlino

Giorgio Bianchi (1962)

Totò, un magliaro somigliantissimo a un criminale di guerra sotto processo a Berlino, è avvicinato da una coppia di nazisti che gli offrono di prenderne il posto, dietro compenso. Totò accetta, ma quando scopre cosa lo attende, fugge a Berlino Est, in compagnia dell’amico Peppino. Qui i due sono costretti a lavorare per i russi, poi fuggono ancora e finiscono nelle mani dei cinesi.

Funerale a Berlino

Guy Hamilton (1966)

Dal romanzo The Berlin Memorandum di Len Deighton: Harry Palmer, agente segreto britannico, deve far passare il muro di Berlino a un colonnello sovietico che intende disertare, ma c’è un altro agente inglese che fa il doppio gioco.

Il Sipario Strappato

Alfred Hitchcock (1966)

Scienziato USA, specialista in congegni antimissilistici, finge di passare al servizio dei comunisti e con la fidanzata si reca a Berlino Est e a Lipsia, s’impadronisce di una formula segreta. Il rientro è rocambolesco. 50 film di Hitchcock, e non uno dei suoi più originali, nonostante alcune scene memorabili di suspense. L’uccisione di Gromek è da antologia. Spionaggio alla terza potenza e risvolti di humor nero.

Berlin Babylon

Hubertus Siegert (2001)

Berlino nella seconda metà degli anni ’90: Il boom edilizio dopo la caduta del Muro è arrivato al suo vertice. Nel conflitto tra preservamento e cambiamento, fra tradizione e modernità, si muovono noti architetti, urbanisti, politici, funzionari e costruttori con una velocità che toglie il respiro. Per anni Hubertus Siegert ha documentato questo mutamento – senza commento, affascinato e scettico.

Fatherland

Ken Loach (1986)

Costretto ad oltrepassare il muro di Berlino a causa del contenuto politico delle sue canzoni, Klaus Drittemann spera di poter continuare a suonare ma anche di ritrovare suo padre, che aveva lasciato Berlino Est trenta anni prima. L’incontro con una giovane giornalista francese sembra metterlo sulla buona strada. Ma la scoperta che lo attende è inaspettata e sconvolgente.

Il tunnel – Der Tunnel

Roland Suso Richter (2001)

13 agosto 1961, il governo della Repubblica Democratica Tedesca erige il tristemente celeberrimo muro destinato a dividere in due la città di Berlino. Moltissimi familiari e amici risultano separati dall’improvvisa divisione, ma non tutti vi si rassegnano. Nove mesi più tardi Harry, profugo della DDR, concepisce con un gruppo di studenti di Berlino Ovest un piano molto pericoloso: scavare un tunnel di 136 metri dal settore occidentale a quello occidentale della città, con l’obiettivo di consentire la fuga ad amici e parenti.

Sonnenallee

 Leander Haussmann (2003)

La quotidianità di Berlino Est vissuta da un ragazzo ai tempi della Ddr, in un quartiere all’ombra del muro, alla fine della Sonnenallee (Viale del sole): il brivido proibito della musica rock, i primi amori, gli intrighi meschini di piccoli burocrati, la felicità per il primo telefono in casa.

La Promessa

Margarethe Von Trotta (1995)

Pochi mesi dopo l’erezione del muro di Berlino, la giovane Sophie ed un gruppo di amici riescono a passare all’Ovest attraverso le fognature. Konrad, il fidanzato di Sophie però scivola e non fa a tempo a infilarsi nel tombino che mette in salvo tutti gli altri. La vicenda si snoda lungo tutto l’arco della guerra fredda, accennando alla Primavera di Praga e la successiva restaurazione. Konrad e Sophie riescono comunque a rivedersi alcune volte, e concepiscono addirittura un bambino. I tre potranno finalmente riunirsi, trent’anni dopo la fuga, quando la Germania si riunifica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.