I poco visibili in sala dal 2 novembre

La nostra rubrica di cinema poco visibile. Ogni settimana vi segnaliamo e consigliamo i film in sala con una bassa distribuzione, correte a cercarli nella vostra città prima che vengano tolti!

 

Il mio Godard

(Francia, 2017) un film di Michel Hazanavicius. Con Louis Garrel, Stacy Martin, Bérénice Bejo, Micha Lescot, Grégory Gadebois. Commedia. Durata 107 minuti.
Il film è oggi distribuito in 47 sale cinematografiche

Il mio Godard restituisce un ritratto affettuoso e ironico di una delle figure più importanti del cinema francese e mondiale, quella di Jean-Luc Godard, impersonato nel film dal giovane Louis Garrel. Attraverso lo sguardo dell’allora giovanissima moglie Anne, la pellicola ripercorre il Sessantotto, il maoismo, le proteste contro la guerra in Vietnam, ma soprattutto la storia d’amore appassionata e complicata, romantica e anticonformista, con la bella Anne che ha il volto intenso di Stacy Martin.

Finché c’è prosecco c’è speranza

(Italia, 2017) un film di Antonio Padovan. Con Giuseppe Battiston, Roberto Citran, Rade Serbedzija, Teco Celio, Liz Solari, Babak Karimi, Silvia D’Amico Bendico. Giallo. Durata 100 minuti.
Il film è oggi distribuito in 34 sale cinematografiche

Il conte Desiderio Ancillotto è proprietario di un vasto terreno dedicato alle vigne e di una gran bella villa, ma il suo modo di lavorare la terra, senza pesticidi e facendo “riposare” parte del terreno, è considerato da altri una pessima strategia d’affari. Ancillotto si suicida, però è comunque al centro delle indagini quando iniziano a venire uccise persone legate al cementificio che lui riteneva inquinasse la zona. A investigare sul caso c’è l’ispettore Stucky (ma si legge: Stucchi), che con il suo fare placido e pacioso cerca di conquistare la chiusa gente del posto per arrivare alla verità. Nel mentre l’uomo, che ha origini in parte persiane, affronta anche una questione privata, quella del lutto della madre e dell’ingombrante presenza del padre morto, la cui stanza in casa non vuole toccare nonostante l’insistenza dello zio Cyrus che sta ospitando.

Mr Ove

(Svezia, 2015) un film di Hannes Holm. Con Rolf Lassgård, Zozan Akgün, Tobias Almborg, Viktor Baagøe, Filip Berg. Commedia. Durata 116 minuti.
Il film è oggi distribuito in 27 sale cinematografiche

Il cinquantanovenne Ove è l’uomo più scontroso di tutto il suo quartiere. Nonostante diversi anni prima sia stato esautorato dalla carica di presidente degli amministratori di condominio della zona, continua ancora a estendere il suo pugno di ferro su tutti e tutti. Quando nella casa di fronte alla sua si trasferisce l’incinta Parvaneh con la famiglia, Ove vedrà dopo un casuale malinteso nascere un’inaspettata amicizia.

Una questione privata

(Italia, 2017) un film di Paolo Taviani, Vittorio Taviani. Con Luca Marinelli, Anna Ferruzzo, Guglielmo Favilla, Francesco Turbanti, Marco Brinzi. Drammatico. Durata 84 minuti.
Il film è oggi distribuito in 74 sale cinematografiche

Una questione privata segue le vicende del giovane partigiano Milton (Luca Marinelli), innamorato della bella Fulvia, ne perde le tracce durante la guerra di resistenza nelle Langhe. Sullo sfondo della battaglia partigiana, il protagonista intraprende un eroico viaggio alla ricerca dell’amore perduto e della verità che ruota attorno ad esso. Grazie alla complicità della custode della villa (Anna Ferruzzo) dove i due innamorati passavano le loro serate, Milton scopre il terribile segreto che traccerà la sua strada: contorta e pericolosa, disseminata di nemici e insormontabili sfide.

Gli Asteroidi

(Italia, 2017) un film di Germano Maccioni. Con Pippo Delbono, Chiara Caselli, Riccardo Frascari, Nicolas Balotti, Alessandro Tarabelloni, Adriana Barbieri. Drammatico. Durata 91 minuti.
Il film è oggi distribuito in 9 sale cinematografiche

Pietro e Ivan amici appena ventenni vivono in una tipica provincia industriale, oggi alle prese con la crisi economica. Il tempo è scandito da strani furti nelle chiese messi a segno da un gruppo conosciuto come “La Banda dei Candelabri” e l’arrivo di un grande asteroide che passerà molto vicino alla Terra, talmente vicino – secondo un amico dei due – da temere l’imminente fine del mondo.
In questo contesto, Pietro e Ivan, sempre alla ricerca di facili guadagni finiranno per entrare in un gioco molto pericoloso che metterà a dura prova la loro amicizia.

My Name is Emily

(Irlanda, 2017) un film di Simon Fitzmaurice. Con Evanna Lynch, Michael Smiley, George Webster, Deirdre Mullins, Cathy Belton, Martin McCann, Barry McGovern, Stella McCusker. Drammatico. Durata 94 minuti.
Il film è oggi distribuito in 5 sale cinematografiche

“Se ti nascondi dalla morte, ti nascondi dalla vita”. Con questa idea nella testa e l’obiettivo di liberare suo padre dalla clinica psichiatrica in cui è ricoverato, l’adolescente Emily (Evanna Lynch) si imbarca in un’insolita operazione di salvataggio attraverso la campagna irlandese. L’avventura della ragazzina scostante e riservata comincia il giorno del suo sedicesimo compleanno, quando dopo non aver ricevuto l’annuale biglietto d’auguri da parte del genitore, un sospetto si fa largo tra i molti dubbi che già la attanagliano. Nonostante il complicato rapporto con la famiglia adottiva e i problemi di integrazione nella nuova scuola, Emily convince l’amico Arden (George Webster), un compagno incuriosito dai suoi misteriosi modi di fare, ad accompagnarla nell’impresa. Da questo momento My Name is Emily passa dall’essere un solitario romanzo di formazione a una stravagante teen romance dall’animo maturo: il viaggio di due ragazzi attraverso l’Irlanda del Nord, che li porterà a conoscersi, ad aprirsi all’ignoto e a fidarsi l’uno dell’altra.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.